Lo scorso 7 luglio si è svolto a Catania l’evento conclusivo del progetto MED EDUC, svoltosi in modalità on-line, che ha visto la presenza di 25 partecipanti tra docenti di istituti scolastici, educatori, trainer, dirigenti scolastici, professionisti e studenti/ ricercatori universitari.

MED DEDUC è il risultato della cooperazione transnazionale e multidisciplinare tra 7 organizzazioni attive nei processi di educazione per lo sviluppo sostenibile nel Mediterraneo e provenienti da Francia, Grecia, Spagna, Croazia ed Italia, quest’ultima rappresentata dalla MEDORO per la Sicilia e dall’Istituto Tecnico Garibaldi per la Sardegna,  e si è posto quale obiettivo strategico quello di rafforzare l’impegno del giovani per la protezione del Mediterraneo attraverso l’integrazione trasversale delle tematiche ambientali nei programmi scolastici .

MED EDUC , con il contributo delle risorse del programma comunitario Erasmus+ , ha realizzato una serie di risorse educative europee per scuole medie  e superiori,  incentrate  sulla scoperta e valorizzazione dell'ambiente costiero e marino nel Mediterraneo. Il progetto costituisce un riferimento didattico per gli insegnanti e metterà a disposizione una guida delle attività educative per gli insegnanti , gli  studenti e gli educatori ambientali provenienti dall'Europa e dal Mediterraneo che lavorano nelle scuole.

La guida è strutturata in 44 attività, selezionate e rielaborate dal partenariato dopo un’ampia ricerca effettuata nei 5 paesi partecipanti, raggruppate in base  alle 10 tematiche base del progetto (tra cui inquinamento e rifiuti, turismo di massa, pesca sostenibile, perdita di biodiversità, erosione costiera, cambiamenti climatici, ecc ..) e riferibili a diversi target d’età ed alle varie discipline scolastiche.

E’ stato poi realizzato un centro di risorse didattiche online, integrato nel sito web del progetto e disponibile, oltre che in Inglese, nelle 5 lingue del partenariato. La piattaforma capitalizza le produzioni del progetto,  fornite in modo interattivo,  e si estende con ulteriori contributi visivi e bibliografici, consentendo la selezione delle 44 esperienze mediante uno o più filtri.

Due i momenti qualificanti dell’itinerario progettuale :  la sperimentazione di alcune delle attività educative, ora disponibili sulla piattaforma didattica Med Educ, condotta con successo dai trainer del Centro Educativo “Starter Club” (partner locale della Medoro) con il coinvolgimento di 31 ragazzi delle scuole medie inferiori, e lo scambio didattico transnazionale, svoltosi in lingua inglese durante 5 giorni con la partecipazione di 23 insegnanti/educatori provenienti da ciascuno dei paesi partner . Si è trattato di una sessione di lavoro estremamente stimolante nella quale ciascun insegnante/ educatore ha potuto trasferire la propria esperienza relativa alla sperimentazione delle attività didattiche identificate , illustrandone pregi e criticità e quindi dando un prezioso contributo al perfezionamento delle schede descrittive di tali attività,  adesso disponibili nel centro risorse.

All’evento sono intervenuti  Carmelo Messina, presidente di Medoro, Giacomo Giusto, coordinatore locale del progetto, ed i trainer Mario Di Stefano ed Emanuele Cutore per il Centro Educativo  “Starter Club” .

Notevolissimo l’apprezzamento manifestato dai partecipanti che hanno sottolineato l’efficacia e l’innovatività del progetto MED EDUC nella sua missione di aiutare le giovani generazioni a comprendere i fenomeni, identificare le sfide per il futuro e contribuire alla ricerca collettiva di soluzioni per il nostro ambiente mediterraneo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, i dati non permettono l'identificazione dell'utente ed non vengono ceduti a terze parti. Cliccando su "Accetta" si acconsente all'uso dei cookies e si accettano le condizioni d'uso del sito.